1. Home
  2. Blog
  3. Guida
  4. HeatsBox

KOENIG HeatsBox – il lunchbox da portare con sé

Di Magali

I lunchbox sono disponibili in diversi colori, forme, dimensioni e materiali. Quello che i lunchbox convenzionali non hanno è la funzione riscaldante. L'azienda svizzera KOENIG ha pensato proprio a questo e ora lancia sul mercato un lunchbox intelligente riscaldabile.

Lavorazione e attrezzature

Non appena ho ricevuto l'HeatsBox da testare, noto che il prodotto è maneggevole. L'apparecchio si adatta perfettamente alla mia borsa. Quando apro la confezione, trovo le istruzioni per l'uso, l'HeatsBox con gli accessori e la spina di rete. Il vassoio esterno dell'HeatsBox è in plastica e contiene un lunchbox (vassoio interno) in acciaio inossidabile con un ulteriore coperchio in plastica.

Per chi mangia secondo il principio "anche l'occhio vuole la sua parte", c'è un divisore per il vassoio interno. Il lunchbox separato (vassoio interno) è un'ottima soluzione per non dover portare sempre con sé il contenitore termico un po’ più grande. Ho potuto riporre il lunchbox in ufficio, perché è facile da sistemare nell'armadio.

La prima impressione

È consigliabile dare una rapida occhiata alle istruzioni per l'uso, che sono brevi e scritte in modo comprensibile. In seguito, sono riuscito a procurarmi tutto l'occorrente per l'uso e scaricare l'applicazione. Poi ho dovuto solo aspettare il giorno successivo per testarlo.

La cosa che mi piace di più è il cibo fatto in casa, per questo mi piace portare al lavoro un lunchbox. Quel giorno ho messo il pranzo nel vassoio interno e l'ho portato con me. Il coperchio si chiude senza problemi ed è ermetico.

Riscaldare il cibo

La prima volta che ho riscaldato il cibo, ho capito che ci voleva un po' di pianificazione in più. Dopo aver inserito l'Heatsbox e aperto l'app, mi sono resa conto che non è un forno a microonde. Non ci vogliono solo due minuti affinchè il cibo sia caldo, ma dieci o più, anche se c'è l'opzione "riscaldare velocemente". Con l’app posso impostare tutto: il calore, la grandezza della porzione e la modalità di riscaldamento. In questo modo posso riscaldare il pasto a mio piacimento.

L'app

Al secondo tentativo, uso l'app per pianificare il mio pranzo, così posso stabilire esattamente quando il mio pasto deve essere pronto. L'utilizzo dell'app è molto semplice e posso interrompere in qualsiasi momento per cambiare le impostazioni. Una volta impostato il timer, l'Heatsbox calcola quando iniziare il processo di riscaldamento. Nel caso in cui una riunione richieda più tempo, l'Heatsbox mantiene caldo il pasto. La trovo molto utile, perché per me è difficile programmare esattamente l'ora del pasto.

Il vassoio interno

Per non dover portare tutto l'HeatsBox in tavola, posso portare con me solo il vassoio interno. Ma fate attenzione, perché la superficie esterna diventa molto calda ma almeno così il mio pasto rimane caldo ancora qualche minuto. Un ulteriore punto a favore di questo vassoio interno è che può essere lavato in lavastoviglie. Il piccolo volantino, nella confezione dell'HeatsBox mi fa riflettere se non comprare un altro vassoio interno. Così non dovrei lavare ogni sera il vassoio interno per il giorno successivo.

Conclusione

L'HeatsBox è un cestino da pranzo impeccabile. È estremamente pratico, in quanto non occupa molto spazio. Il pasto può essere trasportato in modo sicuro con il vassoio interno. Grazie alla funzione app "Pianificare" è possibile fissare il tempo di cottura senza ulteriori riflessioni e l'app è facile da usare. Secondo me, l'HeatsBox è adatto a tutti coloro che amano consumare cibi precotti caldi e che hanno a disposizione una presa di corrente.

L'ho testato solo in ufficio, ma immagino che sia anche una buona soluzione per gli studenti e i rappresentanti di commercio che sono in viaggio tutto il giorno.